// archives


Archive for July, 2009

Fantasia 2009

Montreal, 16 luglio – 3 agosto | Fantasia Film Festival — Mutants di David Morley rinnova dalla Francia lo zombie movie, raccontando la lenta trasformazione di un amante infettato. Da segnalare le rassegne sullo sci-fi cerebrale e l’anticommedia romantica.

The Boat that Rocked
( I love Radio Rock, Richard Curtis, 2009)

20090817_rock

Il film di Richard Curtis – gran visir della commedia romantica di ambientazione inglese, da Notting Hill a Love Actually – racconta la vicenda fittizia di una radio pirata nella Gran Bretagna del 1966. Radio Rock – da cui l’ineffabile titolo italiano – trasmette da una nave ormeggiata al largo della costa: i suoi Dj risiedono permanentemente a bordo, in una specie di comune radiofonica dove la droga e il sesso facile si sposano ai bei nomi della musica che rotola: Who, Kinks, Turtles, Hendrix, Jeff Beck e altri.

Una notte da leoni
(The Hangover, Todd Phillips, 2009)

20090711_hangover

Las Vegas, un addio al celibato e 4 amici. Il fighetto gaudente, lo stupido ciccione, quello al guinzaglio, quello che si sposa. Sembra il remake di Cose Molto Cattive, per fortuna è solo l’ultimo grido della commedia cazzona.

FID 2009

Marsiglia, 8-13 luglio | FidMarseille — Ventesima edizione del festival marsigliese dedicato al documentario. In competizione, Madam Butterfly di Tsai Ming-Liang, coprodotto dal Lucca Film Festival.

Transformers: Revenge of the Fallen
(Michael Bay, 2009)

20090709_transfox

Michael Bay costruisce una Matrix meno filosofica e più vicina alla mentalità del Superbowl cara al Ridley Scott de Il gladiatore e vi aggiunge quella miscela di testosterone, machismo e patriottismo che fanno di lui un esperto in materia di blockbuster estivi. Per tre ore assistiamo ad un montaggio serrato, ralenti che non aspettano altro che divenire oggetto di culto (per pochi) e parodia (per i rimanenti), punti di vista che manco nel porno.

Japan Cuts | Festival of New Japanese Film New York, 30 giugno – 12 luglio 2009

Japan Cuts is a diverse selection of the most notable recent films from Japan, giving New Yorkers a first look at blockbusters and cinematic landmarks from cutting-edge independents to highly innovative animations [...] —  via Japan Society

Kobe Doin’ Work
(Spike Lee, 2009)

NBA/

In uno spot Nike dei primi anni Novanta, Mars Blackmon/Spike Lee chiedeva a Michael Jordan e a se stesso se non fossero solo le scarpe a favorire il campione. Allo stesso modo, ora, Lee scruta Bryant, cercando di carpirne il segreto. Troppo digitalmente, però.

postcard from MONGO| Disegnando ovomaltina

mongo_banner

Umberto Giardini, in arte Moltheni, è un marchigiano con qualche estate alle spalle. Roberto Amoroso è un illustratore con qualche artwork indie all’attivo. Moltheni fa musica. Tradizione folk-rock, sulla linea Catania – North Carolina: intimismo sospeso e vaghi riverberi cosmici.