// archives


Archive for June, 2010

Social Network teaser e Futura

internette, 28 giugno | la Columbia Pictures ha rilasciato tre giorni fa il primo teaser trailer de The Social Network: diretto da David Fincher, prodotto da Kevin Spacey e interpretato da Jessie Eisenberg nella parte di Zuckenberg, il film sarà basato su un romanzo di Ben Mezrich e racconterà le turbolente vicende dei primi anni [...]

L’indolenza della luce.
Hopper, Monet e Keats in Bright Star

Un’analisi dei riferimenti pittorici nella pellicola di Jane Campion: estetiche comparate tra fotografia, letteratura e (cattivo) romanticismo

A-Team
(The A-Team, Joe Carnahan, 2010)

Dico solo che in questo film si va in posti che sono tutti agli ottavi dei Mondiali: Messico, U.S.A., Germania. Manca l’Iraq che si sa, porello, non è un posto in cui c’è tanto tempo per pensare al pallone. E poi un’ultima cosa e bonalì: Balotelli, Cassano e Miccoli.

Copia conforme
(Copie conforme, Abbas Kiarostami, 2010)

Primo film del regista iraniano girato al di fuori del suo Paese, Copie conforme si snoda attraverso i vicoli di una Toscana che pare uscita dall’immaginazione di Goethe. Luca Bigazzi firma una fotografia da immagine sospesa, riuscendo a evocare una sorta di toscanità immateriale, tutta luci, profumi e scorci in pietra. Chapeau.

AYB | Far Game
Bologna, 28-29 maggio 2010

ayb_banner

Al Far Game si è iniziato a parlare di videogame. Qualcuno ne ha parlato bene, anzi benissimo. Altri vi hanno forse girato intorno, nel bene o nel male. È comunque un inizio.

Todas las canciones hablan de mì
(Every Song is About Me, Jonás Trueba, 2009)

Vai allo speciale L

Truba costruisce una storia semplice, a episodi, in cui – nonostante il titolo – l’unica vera hit musicale è La stagione dell’amore di Franco Battiato. Per il resto, il film può essere facilmente messo in parallelo al nostro Dieci Inverni: un esordio dignitoso, in un genere in cui è facilissimo scivolare nello scontato e nel banale.

Il riposo del guerriero

Charlottesville, Va, 23 giugno | “Cielo, ma l’avete visto lo spilungone dei Bullets. Quel tipo è così sottile che, quando giocano in trasferta, per risparmiare lo spediscono via fax”. Questa battuta di Woody Allen è probabilmente l’unico legame tra il cinema e Manute Bol, ma una vita così forse si meriterebbe un film. O un [...]

The Road
(John Hillcoat, 2009)

Forse, più dei documentari di Al Gore e di Leo Di Caprio, più di tutti gli elettorali messaggi ambientalisti di tutti i politici del mondo, il film di Hillcoat può davvero muovere l’attenzione sul tema dell’ambiente e del futuro del pianeta. O forse io di cinema non ci capisco davvero un cazzo.

Ong Bak 3
(Tony Jaa e Panna Rittikrai, 2010)

Vai allo speciale L

Tony Jaa è tornato, ma questa volta è Gesù Cristo.

Back into business

Preparate le vostre bacchette: sono in arrivo altre anteprime dal marché, un report dal Far Game bolognese e la copertura del Biografilm 2010. E poi recensioni, nuove rubriche e tutta la gagliarda simpatia di noi giovani d’oggi. Sushiettibili, back into business.