// archives


Archive for June, 2012

Film Is…

Londra, 28 Giugno 2012 | mancarone Stephen Dwoskin. (15/01/1939 – 28/06/2012)

Woody Allen: A Documentary
(Robert B. Weide, 2011)

Woody Allen: icona, intellettuale, fallito? Un recente documentario di Robert Weide esplora la vita e le opere di uno dei più vezzeggiati cineasti americani in Europa. Folquet si abbandona a quattro chiacchiere in versione agostana.

Scenes From the Suburbs
(Spike Jonze, 2010)

Scenes From the Suburbs: presentato per la prima volta nella sezione cortometraggi del Festival di Cannes, poi visionabile per due giorni su Mubi, infine inserito come contenuto extra nel disco The Suburbs degli Arcade Fire, da cui prende ispirazione. Ma la traccia cross-mediale non è l’unica chiave critica, e Marnie tenta la carta delle influenze d’autore.

Giuseppe Bertolucci

Tricase, 16 giugno | mancarone G.B. (24 febbraio 1947 – 16 giugno 2012)

uno | Killer Joe
(William Friedkin, 2011)

Matthew McConaughey è il poliziotto-killer Joe di Friedkin. Un filmone, ve lo dico subito, un noir come il signore vostro comanda. Roba che d’ora in avanti vi verrà duro solo a passare davanti a KFC, oppure non è da escludere che non vogliate più mangiare coscette di pollo impanate.

La guerra è dichiarata
(La guerre est déclarée, Valérie Donzelli, 2011)

Il film di Donzelli non può che essere considerato un grande atto d’amore e di testimonianza, un gesto di condivisione che va al di là della semplice esperienza cinematografica, al di là del cinema e dello “spettacolo”. E come tale va giudicato, nel bene e nel male.

Avviso ai naviganti

Sushiettibili, 14 giugno 2012 | nelle ultime settimane ci siamo fatti un po’ prendere dalle cose che capitano. Hence, la penuria di aggiornamenti. Ma ci siamo. Come direbbe Zappa: non siamo morti, mandiamo solo un odore strano.

Cosmic Ray

Los Angeles, 6 Giugno 2012 | Mancarone Ray Bradbury (1920-2012)

Marilyn
(My week with Marilyn, Simon Curtis, 2012)

Nell’estate del 1956, Marilyn Monroe, in luna di miele con il marito Arthur Miller, si recò in Inghilterra per girare Il principe e la ballerina, il film che doveva interpretare al fianco di Sir Laurence Olivier, che del film era regista e protagonista. In quel set era presente, per la prima volta, il ventitreenne Colin Clark, che aveva trovato un impiego come terzo assistente alla regia sul set de Il principe e la ballerina.