// you’re reading...


Talkin' Sushi

// editoriale | marzo 2015

// tanto troppo coraggio

Vilhelm Hammershøi, Interno con donna seduta, 1908, olio su tela.


E così capita che talvolta la vita ci strattoni per i capelli, e ci costringa a guardare oltre la pagina dei nostri taccuini da gente seria. A guardare oltre, dico: alla necessità della fine, a quelle corde troppo tese che ci legano al niente. Magari è anche primavera, e a morire di maggio o di marzo ci vuole tanto troppo coraggio: ma capita.

Penso a Nimoy e alla sua voce gentile. Penso a un amico caro che si è scoperto più fragile: un amico che a queste pagine ha dato tanto. Penso a Pasolini, fragile anch’egli sotto il sole ferocissimo e antico di Matera, in una mostra sulle fotografie di Angelo Novi negli archivi della Cineteca che mi è capitato di vedere da poco. E’ anche del cinema – mi dico – questa urgenza materiale, concretissima, di testimoniare il silenzio: di spingerci ancora una volta sulla riva del fiume per trovarci e scoprirci – come in quelle pagine di Ungaretti che si leggevano a scuola – fibre più o meno docili dell’universo: dolorosamente finite, dolorosamente vive.

E penso a quanto sia importante, per noi, dire quello che resta da dire, mettere insieme parole e immagini con tutta l’energia l’intelligenza e la voce che sappiamo trovare. E quindi ecco: ci siamo. Anche per voi.

Discussion

No comments for “// editoriale | marzo 2015”

Post a comment