// archives


Ammmerica

This tag is associated with 17 posts

Iron Man 3
(Shane Black, 2013)

Capitolo-si spera-conclusivo della saga di Tony Stark. Meno rock, meno politicamente scorretto. Meno tutto, in poche parole. Meno persino di The Rock che cresce sempre di più.

Room 237
(Rodney Ascher, 2012)

Un documentario cinefilo sul capolavoro horror di Kubrick. Fuori tempo massimo per chi scrive. Metterci il formaggio può servire se siete così fortunati da godere dei figli del latte.

Flight
(Robert Zemeckis, 2012)

Flight-Zemeckis

Il film di Zemeckis colpisce duro alla pancia e rimanda a qualche anno fa, con le ceneri delle Torri ancora calde, quando Monty Brogan affrontava la sua notte più lunga.

A Royal Weekend
(Hyde Park on Hudson, Roger Michell, 2012)

Uomini e donne. Versione estiva, americana e ai tempi dei nonni. Film senza arte nè parte che ci vuole raccontare come è nata l’alleanza tra bibì e bibò!

due | Ruby Sparks
(Jonathan Dayton, Valerie Faris, 2012)

Un film che molti ameranno. Un probabile cult generazionale. La linea sottile che passa tra merda e cioccolato per aldoneversmiles.

Moonrise Kingdom – Una fuga d’amore
(Moonrise Kingdom, Wes Anderson, 2012)

Il nuovo film del regista culto di una generazione non è la sua opera migliore ma la più sincera e toccante. Meraviglioso racconto di un’estate che non torna più.

uno | Lawless
(John Hillcoat, 2012)

Tra The Road e The Walking Dead, ecco un western che non t’aspetti. Con un cast perfetto, un gran film!

Argo
(Ben Affleck, 2012)

Un ottimo film sulla Hollywood che compiva miracoli. Un film che mostra quanto Jennifer Lopez avesse ragione. Un film su una canzone di Bruno Lauzi che non riesco a smettere di ascoltare.

Vicini del terzo tipo
(The watch, Akiva Shaffer, 2012)

Una porcata che non ha niente da dire. Unica curiosità è chi tra i quattro protagonisti non vi aspettereste mai di trovare.

Red Lights
(Rodrigo Cortés, 2012)

Un horror spagnolo che va bene solo se siete tra quelli che al primo appuntamento vanno al cinema.
Oggi, Simon&Garfunkel si chiederebbero: ‘where have you gone, Bob De Niro?’

due | Killer Joe
(William Friedkin, 2011)

Pisciare sulla morale. Questo fa Friedkin in questo film. E che bene che fa. E che bello che è questo film!

Iron Sky (Timo Vuoresola, 2012)

Dicesi “porcata” un film di fantascienza con dei nazisti e senza tette.

Ted
(Seth MacFarlane, 2012)

Uno sceneggiatore di successo dovrebbe restare tale. Uno sceneggiatore di successo dovrebbe restare tale. Uno sceneggiatore di successo dovrebbe restare tale. Uno sceneggiatore di successo dovrebbe restare tale. Non ho altro da aggiungere, ecco.

Prometheus
(Ridley Scott, 2012)

(CONTIENE SPOILER) aldoneversmiles crede che questo film sia il nulla o la paura di esso adagiata su una sceneggiatura bucata e con un antenato altro e troppo importante.

Magic Mike
(Steven Soderbergh, 2012)

Se Folquet non vi risponde non temete: è che il gruppo Bilderberg aspetta sue opinioni su un minerale che ancora non è stato scoperto: quello di cui è fatto il culo di Channing Tatum. aldoneversmiles e la sua su questa cosa di Soderbergh.

I bambini di Cold Rock
(The Tall Man, Pascal Laugier, 2012)

Dicesi Torture Porn quando Folquet va in certi localini di periferia con bestioni in pelle nera che lo chiamano Daisy. Questo invece è un filmaccio – secondo aldoneversmiles.

Che cosa aspettarsi quando si aspetta
(What to Expect When You’re Expecting, Kirk Jones, 2012)

Ecco un film che divide gli uomini in due categorie. Se avete intenzione di far passare un melone per un buco grande come un limone questa è roba vostra!