// archives


Gente che ci prova

This tag is associated with 5 posts

Per amor vostro
(Giuseppe M. Gaudino, 2015)

RETROSPETTI | Una mosca bianca, girata da un regista che nell’arte e nel suo compito ci crede veramente. Ma non bastano buoni studi e buone intenzioni per fare un buon film.

L’attesa
(Piero Messina, 2015)

RETROSPETTI | Influenze sorrentiniane e un tema di peso non bastano a convincere l’Uomo delle Pillole. L’esordio al lungometraggio del siciliano Piero Messina paga il prezzo di un soggetto troppo abbozzato.

Fino a qui tutto bene
(Roan Johnson, 2015)

Un film che in generale risulta essere dimenticabile e superfluo, in cui tutto il buono che c’è si perde senza riuscire a concretizzarsi mai in una sequenza topica o in un dialogo che lasci il segno.

Itaker – vietato agli italiani
(Toni Trupia, 2012)

Itaker racconta il lato oscuro del boom, quello di chi d’estate non sedeva su un’Aurelia decappottabile, ma lavorava di braccia nell’inverno tedesco.

Ted
(Seth MacFarlane, 2012)

Uno sceneggiatore di successo dovrebbe restare tale. Uno sceneggiatore di successo dovrebbe restare tale. Uno sceneggiatore di successo dovrebbe restare tale. Uno sceneggiatore di successo dovrebbe restare tale. Non ho altro da aggiungere, ecco.