// you’re reading...


Asides

tra la mala e la madama, dieci

Venezia, 10 settembre | novità del giorno: a due pranzi dalla fine del festival, Folquet ha esaurito le barrette proteiche e si ritrova per la prima volta alle prese coi prezzi lidensi. I giornalisti giapponesi lo osservano stupiti mentre esce dal self service con sguardo attonito da orrore sclaviano. L’altra notizia del giorno è che anche quest’anno verrà attribuito il Mouse d’oro della critica online, e che anche quest’anno la Fabbrica del Sushi sarà della partita. Il vertice a tre per stabilire i voti è fissato per domattina. Intanto la Mostra prosegue: Folquet recupera il film della Anderson e si commuove; Marnie si guarda ‘Remember’ di Egoyan e si commuove un po’ meno: il film è solido e tutto quanto, ma non sposta né aggiunge niente, né in termini di linguaggio né in termini di narrazione. In serata si torna in sala per Beixi moshuo di Lian Zhao, rarissimo caso di film cinese da un’ora e mezza, e per di più film potente, graziato da una fotografia sulfurea e un vigore morale da levarsi il cappello. Intanto si è alzato il vento e (di là dal mare) è iniziato Toronto: il Lido inizia a sfollare.

Discussion

No comments for “tra la mala e la madama, dieci”

Post a comment